Veniero Project logo
Cerca

Su Appuntamento

Follow us

Domenico Pellegrino

Domenico Pellegrino

Presentazione

Nato a Mazzarino in Sicilia del 1974, ha frequentato l’Istituto d’arte e l’Accademia di Belle Arti di Palermo.

La formazione e la passione per l’arte iniziano già dalla sua infanzia, osservando il papà pittore e misurandosi nel tempo con pennelli, tele, acrilici, creta e argilla.

Domenico Pellegrino, artista nato pittore e scenografo, ma che ha poi trovato la sua più autentica ispirazione nell’arte digitale. Lo scanner (termine che già in italiano si connota di bagliori sinistri) è il suo strumento tecnico prediletto e il suo tavolo da vivisezione; il corpo umano, l’enigma da interrogare.

Scelti dunque i modelli, maschi e femmine indifferentemente, Domenico li sottopone a scansioni febbrili, esponendoli alle luci calde e fredde che virano il colore o all’uso di lenti che ne deformano le sagome, per accorgersi con sorpresa che lo scanner, tutt’altro che inerte, reagisce alle differenti cromìe dei modelli: se biondi o bruni, tatuati o pelosi, trasponendoli in una fantasmagoria di colori, in un’estrema e quasi voluttuosa deliquescenza, che testimoniano appunto il trascorrere dell’ordinario nel mondo rarefatto degli archetipi, dei totem, dei tratti maculati della Sindone.

Qui le figure – come nei mosaici bizantini, ieratiche ed astanti- levitano nell’aria, assumono l’aspetto d’esseri pietrificati nel mezzo del loro movimento, creano le arcane atmosfere che è possibile rinvenire in certi brani sontuosi dell’Endimione di John Keats. E, nel contempo, bizzarre e chimeriche bellezze si evidenziano, dove le singole parti attingono inedite proporzioni, gli elementi solidali si dissociano, le masse carnose divengono, quasi in assenza di gravità, imponderabili.

Come Narciso, che nel lago rispecchia, oltre la propria immagine, l’intero universo, fatto d’astri, di piante e d’animali, anche in queste opere gli spettatori, forzati a identificarsi nelle tregende dei corpi, nell’allucinazione degli specchi, si riconoscono infine elementi inalterabili del cosmo, dove ciò che si corrompe rinasce, reintegrandosi in nuovi cicli vitali.

Lavorare nel cinema come scenografo e per conto di altri artisti come scultore non gli ha fatto perdere negli anni la passione e la manualità sulla materia, e nel 2010 dopo quattro anni di gestazione, dà vita alla collezione supereroi.

Realizzate secondo tecniche artigianali tramandate da generazioni in generazioni, le strutture policrome – quasi classiche nell’intenzione, a dispetto del tema così popolare e ludico – ricalcano certi accenti propri della palermitanità, certe connotazioni caratteriali o culturali afferenti al territorio di riferimento.

Nei dettagli iconografici, negli innesti decorativi, in alcune caratteristiche appositamente esasperate o rivedute, i superoi di Pellegrino diventano guerrieri o salvatori di un presente reale pieno di pericoli ed insidie: un ironica trasposizione attualizzata di quel mondo di carta, di plastica o di celluloide da cui i nostri eroi sono stati partoriti.

L’artista continua la sua personale ricerca attraverso la tecnica digitale, ricerca legata ai concetti del narcisismo, ricerca nella quale esplodo le immagini, fotografate, scansionate, tramutate in segni digitali e poi resuscitate nella luce del proiettore, si innestano trame sottili, intrecci di cui ancora si avverte il peso della mano, l’eco del lavoro fisico.

Domenico Pellegrino è nato a Mazzarino (CL) nel 1974. Vive e lavora a Palermo.

Speciali | Special Works

2013Ape Bianca – Andrea di Marco, Cala Palermo – realizzazione opera per conto di Ars Mediterranea
2012Monumenta – Fabrizio Plessi, Valle dei Templi Agrigento – realizzazione opera per conto Fabrizio Plessi
2008Kounellis – 383° Festino di Santa Rosalia – partecipazione alla realizzazione di alcune parti del carro
1999Il cero di Sant’Aagata di Arnaldo Pomodoro, Catania – partecipazione alla realizzazione
1989La Barca d’Oro – Hidetoshi Nagasawa, Atelier sul Mare, Fiumara d’Arte – partecipazione alla realizzazione dell’opera

Principali Esposizioni Personali | Main Solo Shows

2013

Tulong, il coccodrillo della Vucciria, Palermo, Piazza San Domenico e Piazza Bologni

2013

Dejavu Décor – Miami Art Basel – Miami (USA)

2012

Dote – Tempietto della Musica – Palermo

2012Dejavu Décor – Miami Art Basel – Miami (USA)
2011Capitan America, Museo della Mafia, Salemi, acquisizione opera
2011Catwoman, Palazzo Chiaramonte Steri, Università di Palermo, Palermo
2010Kore e Kuros, ex Noviziato dei Crociferi, Palermo
2007Digital Art, per la Provincia in Festa, Spazio Bquadro, Galleria Biotos, Palermo
2003Cosmogonia Palermitana, Torri d’acqua, Palermo
2002Riflessi, GOA, via Libetta, Roma
1999Videobody/In Progress, Galleria di Villa Niscemi, Palermo
1998Gel on the Hair, EMBL, Heidelberg (Germania)

Mostre Collettive | Group Exhibition

2014Spazio Privato, Milano, Galleria Giovanni Bonelli
2013Sicilian Rapsody II – La Piana Arte Contemporanea
2012Viva Palermo e Santa Rosalia, Palazzo di Napoli Costantino, Palermo
. on ne nait pas femme on le devient, Palazzo Reale, Assemblea regionale Siciliana, Palermo
2010Palermo (.), Temporary Museum, Ex noviziato dei Crociferi, Palermo
2003Quadriennale XIV, Napoli, Torino, Roma
 Umane Presenze (II°edizione), Area Contenitore Arte Contemporanea, Palermo
 Il Genio di Palermo, Studi aperti degli Artisti, Palermo
2001Carthusia, Certosa di Pontignano, Siena
2000Installazione Io Confesso, Albergo-Museo “Atelier sul mare“, Castel di Tusa, (Me)
 Onda d’urto, Albergo-Museo “ Atelier sul mare “, Castel di Tusa, (Me)
 ScartaLarte Ri – generare x Ri – creare, Ciminiere, Catania
 Il Genio di Palermo, Studi Aperti degli Artisti, Palermo
1999Il Genio di Palermo, Studi Aperti degli Artisti, p.zza della Rivoluzione, Palermo
 Dieci artisti in Cantiere, Spazio Zero dei Cantieri culturali alla Zisa, Palermo
 Liberi tutti, Albergo-Museo “Atelier sul mare“, Castel di Tusa, (Me)
 La casa dell’Angelo, Chiesa di S.Maria dello Spasimo, Palermo
 La Ripetizione Creativa. Il soffio, la voce, il ritorno nel testo poetico e visivo – Baglio Di Stefano, Gibellina
 Mediterranide, Chiesa S.Maria dello Spasimo, Palermo
 Arte in Periferia, Comune di Palermo, Arci ragazzi, Palermo
 Nel Segno, incisioni, Auditorium S.Chiara, Racalmuto
1998People of the night, Chiesa S. Maria dello Spasimo, Palermo
 La Ripetizione Creativa. Il soffio, la voce, il ritorno nel testo poetico e visivo, Fondazione Orestiadi, Istituto di Alta Cultura Gibellina
 Sguardi incrociati, Accademia di BB.AA.di Palermo e Università delle Arti applicate di Vienna, Chiesa dei SS.Cosma e Damiano, Palermo
1997Pittura, scultura, grafica, Accademia di BB.AA. di Palermo e Meisterklasse fu Malerei Wolfgang Hutter, Università tecnica di Vienna, Vienna
 Cinquanta per ottanta, Cinisi, (Pa)
 Quattordici/Cento per Cento, Bagheria (Pa)
1996Incursioni, Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo
 Teoremi Pasoliniani, ARS NOVA, Palermo
 Percorsi paralleli, Biblioteca comunale, Cinisi (Pa)
 Poseidon, Medivacanze Fiera del Mediterraneo, Palermo
 Quelli dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, Galleria La Capriata, Palermo
 L’Immagine pre-di-letta, Medilibro, Fiera del Mediterraneo, Palermo
 Seconda Rassegna Arti Visive, Chiostro di S.Agostino, Palermo
 Incontro a Villa Palomas, Villa Palomas, Palermo
 Cultura dentro la Cultura, Ass. Cult. Quinto Mondo, Palermo
 Night Art, mostra itinerante presso diversi spazi della città, Palermo
 Sord-Nud, Casena di Villa Trabia, Palermo
 La casa dell’Angelo, Dipingi la pace, Baucina (Pa)
 Premio Maurizio Marchese, Galleria La Cuba D’Oro, Roma
 Allievi in mostra all’Agorà, Galleria d’arte Agorà Palermo
 UCA, Galleria la Ciambrina, Monreale (Pa)
 UCAI, Cattedrale, Palermo
 UCAI, Chiesa della Catena, Palermo
 I Racconti: Infanzia, i Luoghi, le altre Case, ARS NOVA, Palermo
 Poseidonia, Padiglione 33, Fiera del Mediterraneo, Palermo

Le mostre

Contatti

domenicopellegrino.com

Domenico Pellegrino

Altri Eventi

18 Mar. - 18 Apr. 2017 • 19:00h

Pierdonato Taccogna The secret of light

Scopri l'artista

Andrea Rinaudo è scultore tout court

Scopri la Mostra

Confino. Degli uomini, dei fari, del mare.

La scena artistica locale

Rimani aggiornato sulle attività artistiche in programma