Veniero Project logo
Cerca

Su Appuntamento

Follow us

21. Ottobre

Marco Grimaldi - Still Light

Info e Prenotazioni

+39 333 606 6232

Piazza Cassa di Risparmio 21/22 - Palermo

Tutti i giorni 09:00 - 19:00

"Domenica Chiuso"

Curatori

Marcello Carriero

Partners

Daniela Brignone, Giuseppe Veniero Project

22. Ott - 21. Nov, 2023, 10h

Marco Grimaldi, Still Light

All’interno di un’ambiente, la luce impasta e fissa ogni cosa fermando gli oggetti nelle posizioni per legarle al destino eterno della posa. È un allestimento di sensazioni che spinge il pittore a posizionare per ritrarre e a disporre le cose per predisporle a una rappresentazione che, come genere, chiamiamo “natura morta”.

C’è poi un altro tipo di pittore che determina invece il luogo delle sensazioni, volgendo lo sguardo al fenomeno luminoso, a quel calore atmosferico capace di sospendere gli attimi per determinare una percezione impressionista senza altro soggetto che non sia lucore pulsante. Sia esso un chiarore profuso da una singola fonte luminosa o ritmica di paralleli bagliori, queste abbacinanti epifanie e questi lattiginosi, traslucidi chiarori, restituiscono esperienze della luce che sembrano emerse da un ricordo.

È così nelle opere di Marco Grimaldi, queste sensazioni spingono l’occhio a farsi sguardo stupito e assorto, innocente e introverso. Le sue opere rimandano, infatti, a una ampia costellazione di colori oppure rinviano all’intimità oscura di un vano. È una pittura raffinata “fatta di niente”, come Grimaldi stesso ama definirla che, in questa sua prima personale a Palermo, è godibile in un progetto espositivo di IDESIGN.

Ciò è stato possibile grazie alla Professoressa Daniela Brignone e a Giuseppe Veniero Project che ha messo a disposizione il suo spazio di Piazza Cassa di Risparmio.

Veniero Project è un luogo così pieno di oggetti che sembra una rassegna a metà tra arredamento e stoccaggio, tra collezionismo e quotidiana manipolazione. In questo posto riverbera un incanto interiore e, all’intensità affettiva che ammanta le cose, si affianca ora l’intensità degli ambienti luminosi di Grimaldi che creano le caratteristiche specifiche di un Habitat.

Habitat, non a caso, è il titolo di un libro di Marco Grimaldi del 2013 a cui ho collaborato per Geko edizioni.

In quel testo avevo parlato della dimensione ambientale dei grandi cicli di Marco, qui, in modo più sgranato e selettivo, proponiamo due grandi opere e un allestimento della serie Chimica e Luce e Satelliti in attesa. Le Conversazioni, ossia un dialogo tra i ritmi di destra e sinistra sono invece i titoli delle due grandi tele. La più scura è un’opera del 2021 (olio su tela, 195X185), ha una struttura più rigida e sfrutta l’alternarsi di inabissamenti e emersioni giocando su una luminosità che vira sino al nero, un’opera che irradia una luminosità vellutata e ignea come cenere calda su brace viva. La seconda, più chiara, è pura luce. Dipinta quest’anno, questa Conversazione (2023, olio su tela 200X200), sebbene sfrutti lo stesso sistema compositivo dell’altra, attiva l’espansione della pittura nello spazio diffondendo la presenza sfocata dei timbri orizzontali più freddi ritmati da chiarori aurorali.

In fine, l’opera realizzata per questa mostra è composta da elementi dipinti nel 2021 e appositamente creati per disporre una installazione, in questo caso inedita, che ho intitolato Still Light. Titolo che non a caso s’associa all’incipit di questo scritto, cioè, indica i due caratteri dell’interno: quello condensato negli oggetti riprodotti nella natura morta, Still Life, e quello ottenuto dalla luce diffusa, dalla sua forma inafferrabile, se non nella sua natura pulviscolare che condivide, guarda caso, con il pigmento della pittura, Still Light.

Altri Eventi

18 Mar. - 18 Apr. 2017 • 19:00h

Pierdonato Taccogna The secret of light

Scopri l'artista

Andrea Rinaudo è scultore tout court

Scopri la Mostra

Confino. Degli uomini, dei fari, del mare.

La scena artistica locale

Rimani aggiornato sulle attività artistiche in programma